Risk ed Emergency Management – l’Era dei Dilettanti

 

Risk Tolerance

Risk Tolerance

 

Recentemente sembrerebbe quasi che settori importanti come il Risk Management, od addirittura critici come l’Emergency Management, siano diventati “prede” ambite da parte di chi cerca visibilita’.

In certe aree come la sicurezza idraulica, un impegno e’ sempre il benvenuto; pero’ ……… pero’ e’ forse il caso che ognuno faccia secondo le sue capacita’/conoscenze, ovviamente senza “intralciare” chi sa fare?

 

Si sente di situazioni “assurde”: e’ mai possibile che qualcuno senza competenze (di tipo tecnico e/o altro) adeguate ritenga di potere “dettare” cosa e come va fatto?

E’ possibile sentire di “organizzazioni” (o quel che sono), in realta’ (almeno cosi’ sembrerebbe) dei gruppi di pressione, che pensano di potere fare cose estremamente delicate?

Non e’ forse il caso che chi fa o vuole fare abbia titoli e/o competenze? O perlomeno che si metta a disposizione di chi le competenze le ha?

 

Sinceramente, quando si sente qualcuno che sostiene come fossero un “mantra” certe cose ma che non ha nessuna competenza tecnica e/o manageriale, ci si chiede dove si sta andando.

Non si tratta di cose da poco, ma talvolta di cose che impattano i beni e le vite delle persone.

E quindi il parere di tutti e’ importante, ma deve essere chiaro che quello che viene detto, viene detto da un dilettante.

 

Se fino a pochi anni fa praticamente nessuno del pubblico si preoccupava (anzi nemmeno ci pensava) della sicurezza idrogeologica o dei rischi, oggi e’ diventato un argomento scottante.

Questo significa visibilita’ e tante altre cose per chi ci “si infila”.

Discorso troppo diretto?

Probabilmente no – data la delicatezza della materia certe cose e’ ora di dirle.

 

Fino a pochi anni fa nessuno se non gli specialisti se “li filavano”, la sicurezza idraulica e la gestione dei rischi; ora invece, tutti hanno qualcosa da dire. Per carita’, va benissimo …… finche’ si tratta di opinioni e le opinioni sono precedute da un ‘lo dico da profano che ha cominciato ad interessarsi dell’ argomento solo recentemente‘.

 

E in verita’, si parla tanto di emergenze e rischi ma ben poco di Gestione dei Rischi: sara’ che anche solo per parlarne bisogna essere piu’ che dilettanti?

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s