Digital Forensics – Strumenti Digitali Contro il Crimine e Hard Disk

Traffico telefonico

Qualche giorno fa ho partecipato ad un convegno relativo al settore digital forensics e di cui non scrivo i dettagli: niente di cui non si possa parlare, ma visto che la gran maggioranza dei partecipanti era costituita da forze di polizia e c’erano anche magistrati, preferisco comunque non dare alcun dettaglio – In pratica, il convegno serve da spunto per alcune riflessioni,

Mi concentrero’ quindi su alcuni aspetti tecnici di interesse generale, eventualmente parlando in maniera assolutamente generale (e quindi di comune conoscenza) dell’uso di certi strumenti digitali nella lotta al crimine.

Mobile phone

Come ben noto, spesso la qualita’ delle immagini CCTV (le famose telecamere di sorveglianza) non e’ eccezionale, soprattutto in scarse condizioni di luce; una cosa che mi sento di aggiungere e’ che spesso il posizionamento/orientamento di tali telecamere e’ tutt’altro che ideale.

Del resto, e’ ben noto (non dal convegno) che spesso le telecamere impiegate non hanno risoluzione sufficiente per leggere targhe od altro.

Per quanto riguarda il traffico telefonico, e’ nota l’importanza della materia; sulla base della mia esperienza, ho espresso il mio punto di vista su alcuni aspetti tecnici.

Mobile phone

Quello che ho trovato estremamente interessante e’ un intervento che ha parlato (anche) di come riparare Hard Disks; ancora una volta, visto il carattere del convegno ed il relatore, preferisco non specificare altro.

Spesso si potrebbe evitare di buttare via gli hard disks, in quanto riparabili con semplici operazioni; purtroppo, queste riparazioni non le fa praticamente nessuno.

Con un po’ di impegno, e’ spesso possibile recuperare dati che si ritenevano perduti: immaginate quanti dati vanno persi per un motivo o l’altro, con le conseguenti perdite economiche per le aziende.

Infine, prima di disfarsi di un hard disk, magari rivendendolo, bisognerebbe pensarci sopra molto bene: c’e’ infatti una probabilita’ tutt’altro che banale che dati sensibili dell’azienda possano essere recuperati da parti terze.

Mobile phone

In un mondo in cui si parla comunemente di internazionalizzazione, le imprese dovrebbero stare attente a come gestiscono i dati.

In generale, al convegno e’ risultata evidente una preoccupazione per la privacy: anche in questo caso, si tratta di una preoccupazione condivisa da tutta la societa’.

Oserei dire che e’ ormai evidente a tutti che con i moderni strumenti digitali la privacy e’ diventata un concetto aleatorio, una cosa che deve essere protetta dalla legge (oltre che dal buon senso) perche’ non esistono molte altre protezioni – e qui e’ evidente l’importanza di stare attenti quando si usano gli strumenti digitali.

Traffico telefonico

Qualche mese fa ho dovuto sostituire un hard disk, pero’ ho chiesto di riavere indietro lo HD (peraltro criptato) sostituito: era evidente che la richiesta ha stupito, nel senso che probabilmente nessuno la faceva.

Forse avrei potuto provare a riparare lo HD: la pratica e’ quella di sostituire i dischi non funzionanti (qualunque sia il motivo) e finita li’, ma molti guasti sono risolvibili abbastanza facilmente.

In ogni caso, dato che a lasciare al riparatore lo hard disk non si ricava niente, sempre meglio riportarselo a casa se vi sono contenuti dati sensibili – o magari che riguardano la privacy di altre persone.

La privacy comincia da noi.

Bacchiglione e Studio di fattibilita’ per il completamento della Idrovia Padova – Venezia

Il fiume Bacchiglione tra Vicenza e Padova

Alcuni giorni fa, sono stato invitato come relatore ad un convegno sull’idrovia Padova – Venezia, conosciuta anche come Canale Navigabile.

Si e’ forse trattato dell’unico convegno o altro che sia stato tenuto con l’obiettivo di analizzare la questione esclusivamente in modo tecnico (i relatori erano tutti tecnici) e senza preconcetti.

In effetti, il pubblico e’ stato entusiasta della presentazione, salutata da un robusto e lungo applauso; questo e’ stato indubbiamente dovuto alla qualita’ della presentazione, ma anche allo sforzo di usare parole e paragoni comprensibili a tutti.

Non bisognerebbe mai dimenticare che il pubblico e’ ansioso di sentire esposizioni tecniche, ma che queste esposizioni dovrebbero essere alla portata di tutti.

 

Ho cominciato con un’analisi della situazione del fiume Bacchiglione, facendo tesoro dell’informazione derivante dall’alluvione del 2010 e dalle piene seguenti.

Le conclusioni sono abbastanza semplici, pero’ sembrerebbe che sia stato il primo a trarle in un certo modo: a causa dell’elevata urbanizzazione (e della presenza di tante idrovore) la situazione e’ cambiata radicalmente dal 1966 ad oggi; in particolare, il pericolo non e’ piu’ rappresentato solo dalle acque montane, ma anche (e soprattutto, quando si parla del 2010), dalle acque pedemontane (e di pianura), e questo ha chiare implicazioni quando si usa documentazione risalente a vari decenni fa.

 

Dopo una parte sulla situazione (e sulle azioni auspicabili) del fiume Bacchiglione, con una parte sul Brenta, e’ seguita una lunga disamina dello studio di fattibilita’ per il completamento dell’Idrovia (o canale navigabile).

Sono stati analizzati anche gli effetti sulla laguna di Venezia, soprattutto l’innalzamento nelle varie condizioni di marea. In questa parte si e’ sottolineato come, a seconda del livello di marea in corrispondenza dello sbocco, le condizioni possano variare anche notevolmente.

 

E’ stato infine analizzato lo stato di fatto dell’ idrovia.

E’ stato in particolare rilevato come lo stato di fatto sia ben diverso da come normalmente dipinto, e che molte modifiche (ed altro) sarebbero comunque necessarie; cio’ non potrebbe non avere influenza su costi e tempi.

 

Al link che segue potete trovare la presentazione in oggetto:

http://www.slideshare.net/Righetconsult/bacchiglione-fattibilita-idroviapadovavenezia

Le slides sono solo una traccia per quanto esposto al convegno, ma per il Bacchiglione (ed il Brenta) si puo’ trovare molta piu’ informazione su http://youtu.be/MuaZTBd0WVw, oppure in coda alla presentazione. 

 

Project Management 2011: Convegno a Padova – Abano Terme

PROJECT MANAGEMENT 2011

Sabato 19 novembre 2011, ad Abano Terme (Padova), si terrà il convegno “Project Management 2011”, con il Patrocinio della Città di Abano Terme e dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Padova:

  • Conduzione operativa di un progetto

  • Leadership situazionale

  • Strumenti per il Project Management
  • Comunicazione nel Project Management

  • Case study

 

Abano Terme, sabato 19 novembre 2011

Patrocinio della Città di Abano Terme e dell´Ordine degli Ingegneri di Padova

Kursaal, Via Pietro D’Abano 18, 35031 Abano Terme (Padova)

Programma (gli aggiornamenti sul sito)

Registrazione, 09h00 – 09h30

 

 

Introduzione del Sindaco della Città di Abano Terme

Intervento del Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Padova

Presentazione

Conduzione operativa di un progetto”,09h45

 

http://www.righetconsult.com

La leadership situazionale: un modello di riferimento per il PM”,10h15

Dr.ssa Filippi, psicologa

Pausa Caffè,10h45 – 11h00

 

 

Strumenti per il Project Management, panoramica dei principali strumenti nell’ambito della gestione dei progetti”, 11h00

Ing. Ciraolo, consulente di project management

La Comunicazione nel Project Management – caratteristiche principali e strategicità”, 11h30

Ing. Rinaldini, Segretario FIP (Fondazione Ingegneri Padova)/Senior Consultant in Marketing e Comunicazione

 

 

Case study, 12h00

 

 

Dibattito finale con il pubblico,12h30

 

 

 

 

Il Project Management è una disciplina

—–> Metodo e studio sono indispensabili

Informazioni logistiche

La partecipazione è gratuita, consiglia però l´iscrizione.

Project Management 2011 da fuori Padova

A Padova si può facilmente arrivare da tutto il Veneto ed anche da altre regioni d´Italia.

Chi arriva da Verona, Vicenza, Venezia, Milano o Trieste può prendere l´autostrada A4.

Chi arriva da Rovigo, Ferrara o Bologna può prendere l´autostrada A13.

Da Treviso si può arrivare a Padova tramite l´A27 e quindi l´A4, o via SS.

Da Belluno, la strada più veloce per è forse l´A27 e quindi l´A4 fino a Padova, per poi proseguire verso Abano Terme.

L´aeroporto più vicino è il Marco Polo di Tessera (Venezia); altri aeroporti per Project Management 2011 sono quello di Verona e quello di Treviso.

Parcheggio

C´è ampio parcheggio libero (gratis) vicino a P.za Repubblica.

Arrivando da Padova (SS 250), alla rotatoria si continua (verso il centro) su Via Cesare Battisti invece proseguire sulla SS 250; si continua praticamente sempre dritti fino a P.za Repubblica (dopo la quale inizia la zona pedonale), si esegue un giro della piazza di 3/4 di giro e si prende Via Valerio Flacco; dopo poco si gira a sinistra in Via Caboto.

Alla fine di Via Caboto, c´è un parcheggio di fronte; un altro molto più grande è immediatamente alla destra (per chi arriva da Via Caboto) del primo.

Per tornare verso Padova, uscendo dai parcheggi si svolta a destra in Via Calle Pace; alla fine di Via Calle Pace, si svolta a destra.

Dal parcheggioa Via Pietro D´Abano

A piedi, si torna a P.za Repubblica e si entra nella zona pedonale (V.le delle Terme, opposto alla strada da cui siete arrivati a P.za Repubblica, in auto, da Padova); andando sempre diritti, trovererete via Pietro D´Abano.

La Kursaal si trova a circa 40 metri dallo storico “Hotel Orologio”, nello stesso edificio del “Gran Caffè delle Terme”.

Ad Abano vi sono varie indicazioni per la Kursaal, comunque è vicina all´ufficio informazioni ed all´ufficio postale.

Il numero civico 18 corrisponde all´ingresso dal Caffè delle Terme; l´ingresso ordinario per il pubblico è al civico 4.

Altri parcheggi

C´è parcheggio libero anche al cimitero, però è più lontano (è vicino al municipio).

Ad Abano ci sono anche molte strade dove si può trovare del parcheggio girando un po’, altrimenti vi sono vari parcheggi a pagamento.

Svago

Abano Terme è una splendida città, meta di turismo anche internazionale.

Project Management 2011 si svolgerà nel centro di Abano, in una zona incantevole; tutta l´area pedonale è meta di persone che vengono a passeggiare da tutto il padovano, soprattutto il sabato.

Locali di ogni tipo e negozi non si contano.

Project Management 2011 sarà anche l´occasione per una splendida giornata e … perché no, anche una magnifica serata dopo il convegno stesso.

Iscrizioni

Onde evitare spam, vi chiediamo di consultare il sito per questa informazione.

Per informazioni:

http://www.righetconsult.com

Practice svizzera innovativa di Lugano (Ticino), fornisce servizi di Project Management e soprattutto PRINCE2, Training, Strategia, Organizzazione aziendale, Risk Management, Programme Management.

Operazioni in Svizzera,Italia, UE.Le zone di maggior interesse in Italia per PRINCE2ed ilProject Management sono Padova, Vicenza, Verona, Venezia ed il Veneto, Milano; in Svizzera, Lugano ed il Ticino, Africa.

Certificazione PRINCE2 Practitioner a Londra. Siamo la prima (ed a nostra conoscenza l’unica) practice basata in Ticino nonché ad operare in Veneto con PRINCE2.

Convegno PROJECT MANAGEMENT 2009 a Padova – Abano Terme

Un convegno in Veneto, o meglio in provincia di Padova: “Project Management 2009”.

 

Abano Terme, sabato 19 settembre 2009

Sala Kursaal, Via Pietro D’Abano 18, 35031 Abano Terme (Padova)

 

  • Introduzione al Project Management con un occhio di riguardo alla formazione
  • Introduzione della metodologia di project management Prince2, adottata anche dalla NATO
  • Esempi legati all´alta tecnologia e soprattutto al mondo dei disabili/sociale

 

Programma (visitate il sito per gli aggiornamenti)

  • Registrazione, 09h30 – 10h00
  • Introduzione delle autorità cittadine
  • Un intervento da parte di un responsabile dell´Ordine degli Ingegneri di Padova (da confermare, si è chiesta la sponsorizzazione)
  • Presentazione
  • Introduzione al project management: un project manager certificato Prince2 Practitioner, 10h15
  • Primaria azienda “pubblica” italiana: project management ed alta tecnologia
  • Introduzione a Prince2: un istruttore internazionale PMP (PMI) e Prince2 (OGC – Office of Government Commerce)
  • Pausa caffè, 11h45 – 12h15
  • Intervento dell´amministratore delegato di una importante azienda padovana nel campo project management: la tangenziale di Padova
  • Intervento sugli ausili meccanici alla riabilitazione: un preside dell´Università di Padova
  • Pausa pranzo, 13h15 – 14h45
  • Project Management applicato ai disabili ed al settore sociale
  • Intervento di una dirigente d´azienda (Milano), specializzata in personale e financing in campo progetti
  • Come si imposta un progetto?  Un project manager Prince2 Practitioner
  • Intervento di un responsabile di un´azienda del Nevada 
  • Invitato: un relatore da Mosca
  • Intervento da parte di un rappresentante del settore sociale/disabili
  • Dibattito finale con il pubblico, 16h30

Tutti i dettagli, anche logistici, su:

http://www.righetconsult.com/italiano/Convegno_Project_Management_2009